Miti e Credenze

L’American Pit Bull Terrier è diventato a partire dagli ultimi anni ’90 il prototipo del “cane pericoloso”. Si è così creata una vasta fascia di opinione pubblica che, supportata da notizie superficiali pubblicate dalla stampa specializzata e non, crede ancora in miti e credenze che non hanno alcun fondamento.

Eccone qualche esempio:

Le sue mascelle si bloccano durante la presa. Non esistono cani che possano presentare questo problema. La credenza nasce probabilmente dal fatto che per secoli ai progenitori del Pit Bull è stato insegnato a bloccare il bestiame con la bocca. Da qui nasce solo un’innato “piacere” a mordere ed una elevata efficacia del morso. Null’altro.

Il Pit Bull attacca tutti gli altri animali senza distinzione. Come ogni altra razza tendenzialmente dominante, anche il Pit Bull può manifestare aggressività verso i conspecifici. Questo capita se ad esempio due soggetti maschi vengono messi nello stesso box, oppure c’è una tendenza già in età precoce. Per il resto questo tipo di aggressività non va confusa con una naturale gameness, ovvero l’aggressività che viene fuori quando il cane viene messo nell’arena. Se ben socializzato fin da cucciolo, poi, il Pit Bull può comportarsi verso gli altri animali come qualsiasi altro cane.

Il Pit Bull attacca senza avvertimenti. In genere il Pit Bull avverte con alcuni segnali che sta per attaccare, ma la capacità e il desiderio di mostrare prolungati segnali sono stati eliminati in alcuni elementi della razza. Gli avvertimenti rappresentano uno spreco di tempo per cani che si guadagnano da vivere combattendo. Per questo motivo sono stati usati per molti accoppiamenti esemplari che minimizzavano il comportamento minatorio.

Il Pit Bull ha una potenza di morso di 2000 libbre per pollice quadrato (900 Kg x 6 cm² circa). Non esiste alcuna prova scientifica di questo. Gli esperti sottolineano come nessuna razza morda più forte dell’altra. Tuttavia razze come i Rottweiler o gli Akita Inu tendono ad avere una potenza maggiore rispetto a un Pastore Tesco o un Dobermann. Il Pit Bull è sicuramente la razza più tenace ma non per questo ha il morso più potente.

Il Pit Bull uccide troppe persone in proporzione alla sua diffusione. Nelle classifiche delle razze più mordaci (non solo in Italia) il Pit Bull non risulta ai primi posti.Succede invece che se un Apbt morde, fa notizia; se a mordere è un Pastore Tedesco, la cosa è meno rilevante.